Testamento biologico: parliamone

carver1

 INVITO

A tutti gli studenti, i docenti, il personale dell’Università

 

Mercoledì 11 marzo

17:30

Palazzo Maldura, Aula H

 

IL TESTAMENTO BIOLOGICO

e le problematiche bioetiche di fine vita: accanimento terapeutico, rifiuto delle cure, autodeterminazione

 

Ne parliamo con:

 

ANTONIO DA RE, Ordinario di Filosofia morale

GIAMPIERO GIRON, Ordinario di Anestesiologia

PAOLO ZATTI, Ordinario di Istituzioni di diritto privato

 

La recente vicenda di Eluana Englaro ha mostrato all’opinione pubblica quanto sia importante avere un’opinione informata e consapevole rispetto alle problematiche bioetiche relative alla fine della vita.

L’Università è il luogo in cui ha piena cittadinanza il desiderio di sapere, di informarsi, di capire.

Per questo si invitano tutti gli studenti, i docenti e il personale dell’Università a partecipare: un giurista, un filosofo morale e un medico daranno il loro contributo per instaurare una discussione informata e libera.

 

Informazioni e contatti:

chiara.melloni@unipd.it; valentina.ricci@unipd.it

Annunci

4 Risposte

  1. Grazie a tutti quelli che ieri hanno partecipato all’incontro (tanti! ad occhio e croce 100 persone) e che hanno contribuito a renderlo così vivo e partecipato.
    Credo che sia stata per tutti un’occasione di confronto informato e libero: lontani da corsi, frequenza, seminari, esami, voti, crediti formativi, moduli… e vicino a quello che l’Università può e dovrebbe offrire.
    Alla prossima!

  2. Grazie a voi che vi siete impegnate a promuovere e a organizzare questa iniziativa che ritengo sia stata molto importante e assai istruttiva. Spero sia solo la prima di una serie di iniziative culturali riguardo a temi etici, sociali e in qualche modo politici.

    Su questi e simili temi la necessità di un dibattito aperto, libero e civile è pressoché assoluta.

    Buona giornata.

    F.

  3. io dico che avremo potuto condividerlo come mobilitazione di lettere, non ci sarebbero state ostruzioni ne nulla, per cui, se crediamo ancora tutti nel fare, magari la prossima facciamo assieme.
    senza polemiche, ne nulla, sappiamo tutti bene come ognuno è fatto, ma questo non deve impedirci di costruire assieme le cose come abbiamo sempre cercato di fare, perchè appunto crediamo tutti in un altra università e iniziative di questo tipo, come ben detto sopra, sono nient’altro che occasioni per mettere in pratica le cose in cui crediamo tutti e per cui ci stiamo muovendo assieme da mesi.
    a presto
    Roberta

    ps:prossimi appuntamenti in fusinato per cui assemblea vetrina probbilmente il lunedì dopo, il 23.

  4. Rispondo a Roberta riguardo a “io dico che avremo potuto condividerlo come mobilitazione di lettere”….

    Tante tante cose avremmo potuto fare, tante tante cose si sarebbero potute condividere, tante tante cose si sarebbero potute fare diversamente.
    Ma non sempre le cose vanno come vogliamo. Per cui, non serve lamentarsi e men che meno rimproverarsi.

    Chi ha portato avanti questa iniziativa ha fatto bene. Punto.

    Grazie e buona giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: